Outfit ‘900

Se volete ammirare una serie di abiti, la maggior parte inediti, indossati in momenti speciali nel secolo scorso: la mostra Outfit ‘900 è quello che fa per voi!

Dal 20 dicembre 2017 al 4 novembre 2018 presso Palazzo Morando a Milano si ripercorrono gli outfit che hanno caratterizzato il ‘900. All’inizio del secolo ogni momento pubblico e privato esigeva il suo abito. Alla donna veniva lasciato il giusto tempo libero per prepararsi a quegli eventi socialmente rilevanti nei quali interpretare il proprio ruolo con la mise giusta che attesta l’adeguatezza a far parte della buona società. Ad una veglia o a un ballo si testimonia lo status del marito, si può essere notate da un buon partito, si stringono nuove conoscenze al di là della cerchia familiare.

Alcuni dettagli hanno colto la mia attenzione come, ad esempio, questi consigli per la conservazione delle calzature scritti all’interno della scatola di queste calzature:

  • “Non mettere mai scarpe nuove quando piove perché si sformano e la suola si imbeve d’acqua. E’ utile che le calzature siano portate almeno una decina di giorni con tempo asciutto perché, in tal modo, il cuoio si irrobustisce e si impermeabilizza con l’uso e per la polvere e i piccoli detriti che si impregnano nella suola. Per le Signore si consiglia quando piove, nevica o vi è umido forte per terra di non usare scarpe con tacchi alti e sottili di legno perché si infracidiscono, si scollano e  finiscono per rompersi.
  • Quando le vostre calzature sono bagnate non mettetele mai ad asciugare vicino alla stufa, termosifone o altro. Lasciate che si asciughino gradualmente inserendo possibilmente le forme e in mancanza di esse riempitele di carta.
  • Le calzature maschili devono essere più scure del vestito. Per abiti bleù si consigliano scarpe bleù o nere, per abiti grigi scuri o nere, calzature nere.
  • Nel calzare le scarpe chiuse non dimenticare mai di usare il calzante, …… “

 

E’ stato interessante anche osservare  le immagini “prima” e “dopo” il restauro di alcuni abiti anni Venti. Come un abito ingrigito e opaco che presentava macchie giallastre possa cambiare dopo essere stato depolverato e pulito per tamponamento con solvente organico.

 

Si percorre la storia della moda del secolo: da  abiti per i quali sono necessari metri e metri di tessuto a vestiti ricercati e preziosi non lunghi, dall’avere un abito per ogni occasione agli anni ’60 e ’70, quando i confini tra i vari momenti della giornata vengono meno…. fino agli anni ’80 quando il corpo femminile viene ridisegnato in forme astratte e dinamiche.

Ce n’è per tutti i gusti: abiti da sera, da ballo, da ricevimento a corte, da cocktail e naturalmente da sposa…. insomma, da vedere!!!!!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*